Questo sito potrebbe utilizzare anche cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca su "Maggiori dettagli". Chiudendo questo banner e proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori dettagli

parere igienico-sanitario

tipologia

parere igienico-sanitario per l’autorizzazione all’esercizio di struttura sanitaria

parere igienico-sanitario per l’autorizzazione all’esercizio dell’attività di acconciatore ed estetista

parere igienico-sanitario  per l’autorizzazione all’esercizio dell’attività di tatuaggio e  piercing



Rilascio/Rinnovo del parere igienico-sanitario per l'autorizzazione all'esercizio di struttura sanitaria

La legge regionale n. 22/2002 disciplina i criteri per l’autorizzazione alla realizzazione e all’esercizio di strutture sanitarie, socio-sanitarie e sociali sia pubbliche sia private.

Il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione formula i pareri tecnici relativi al permesso di costruire che si identifica con l’autorizzazione alla realizzazione.

RILASCIO

Il Servizio di Medicina Legale fornisce i pareri tecnici riguardanti l’autorizzazione all’esercizio di strutture sanitarie private (non di quelle socio-sanitarie o sociali pubbliche o private) che erogano prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale al di fuori di strutture di ricovero, comprese:

  • strutture riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio; 
  • studi medici (anche associati) che erogano prestazioni di chirurgia ambulatoriale o prestazioni che comunque comportino un rischio per la sicurezza del paziente (cioè metodiche invasive o che comportino anestesie locali); 
  • studi di professionisti sanitari non medici (anche associati) che utilizzano apparecchiature elettromedicali che possono comportare un rischio per la sicurezza dei pazienti; ambulatori mobili e trasporto malati.

Link a Percorso per il rilascio del parere igienico-sanitario

 

RINNOVO

Secondo quanto disposto dalla DGRV n. 1667 del 18.10.2011 il titolare del provvedimento di autorizzazione che intende chiedere il rinnovo potrà avvalersi della facoltà di auto-dichiarare il mantenimento dei requisiti minimi generali e specifici nel caso in cui, nei cinque anni di durata dell’autorizzazione :

  •    non siano intervenute modifiche o variazioni ai requisiti minimi generali e specifici fatti salvi gli adempimenti posti in essere in atto di esecuzione della normativa di sicurezza degli impianti  e/o di settore;
  •    non sia venuta meno la disponibilità delle relative professionalità, delle attrezzature e dei presidi necessari al loro svolgimento.


L’istanza di rinnovo, a cui dovranno essere allegate le schede di autovalutazione dei requisiti minimi generali e specifici, dovrà essere presentata al Comune di competenza territoriale, unitamente all’allegato A alla suddetta DGRV.
A seguito dell’introduzione di nuovi requisiti e delle relative check list, come disposto dalla DGRV 2266 del 30.12.2016 e come indicato dalla nota del 26.10.2017 del Servizio Regionale Accreditamento, tutti i rinnovi dovranno essere sottoposti a visita di verifica almeno una volta.

 

Modulistica

La domanda di autorizzazione va inviata al Sig. Sindaco del Comune in cui avrà la sede operativa l’attività sanitaria.

La modulistica è reperibile nel sito dell’Agenzia Regionale Socio-Sanitaria del Veneto (www.arss.veneto.it) nella sezione “accreditamento – autorizzazione all’esercizio ed accreditamento istituzionale – area sanitaria”.

 

Casi in cui non è necessaria l'autorizzazione

I soggetti che erogano solo prestazioni non invasive e/o non utilizzano apparecchiature elettromedicali non devono presentare domanda di autorizzazione all’esercizio, ma sono comunque tenuti a rilasciare all’ULSS un’autocertificazione (per il professionista medico e non medico)  in ordine alla tipologia dell’attività svolta e alle prestazioni erogate con allegata una fotocopia fronte-retro di un documento di riconoscimento.

Per i nuovi studi l'autocertificazione deve essere rilasciata prima dell’avvio dell’attività. L’autocertificazione deve essere inviata:

 

Servizio di Medicina Legale
Ufficio Vigilanza Sanitaria
Via Boldrini 1 36016 Thiene (VI)
 

Qualora manchino dei dati essenziali per la validità dell’autocertificazione o manchi la fotocopia del documento di identità, il personale tecnico-amministrativo del Servizio di Medicina Legale richiede all’interessato l’integrazione tramite lettera per posta ordinaria.

 

Come contattarci

Per informazioni contattare il Sig. Massimo Bordoni tel. 0445 389292 oppure la dott.ssa Laura Costa tel. 0445 389297.

Parere igienico-sanitario per l'autorizzazione all'esercizio di acconciatore ed estetista

Per l’esercizio delle attività di barbiere, parrucchiere ed estetista è necessaria un’autorizzazione rilasciata dal Comune.

L’interessato può richiedere al Servizio di Medicina Legale il parere tecnico riguardo l’idoneità igienico-sanitaria dei locali e delle attrezzature.

 

La richiesta deve essere redatta su apposito modello predisposto dal Servizio di Medicina Legale

 

Documenti da allegare:

    - planimetria dei locali

    - elenco delle apparecchiature ad uso estetico utilizzate

    - copia della scheda tecnica della sterilizzatrice

    - dichiarazione relativa alle caratteristiche di sicurezza delle vetrate

    - dichiarazione di conformità delle apparecchiature elettromeccaniche ad uso estetico.

 

Prima di presentare la richiesta, gli interessati hanno la possibilità di contattare i medici che effettuano i sopralluoghi al fine di avere una consulenza sui principali requisiti igienico-sanitari dei locali.

 

Sopralluogo

Il medico incaricato valuta la documentazione allegata alla richiesta. Il medico stesso contatta l’interessato per fissare la data del sopralluogo se la documentazione è completa o per eventuali integrazioni.


Il parere può essere favorevole, sospeso o negativo.

  • Favorevole. In questo caso il personale amministrativo del Servizio di Medicina Legale predispone il parere con allegato un elenco di indicazioni sui trattamenti igienico-sanitari da eseguire sull’attrezzatura che deve fare parte integrante della successiva autorizzazione rilasciata dal Sindaco.
  • Sospeso. In questo caso il parere è in attesa degli opportuni adeguamenti, qualora il medico abbia riscontrato delle non conformità in base alla normativa vigente.

Quando l’interessato comunica all’ULSS di aver eseguito gli adeguamenti richiesti, il medico incaricato effettua un altro sopralluogo ai fini del rilascio di un parere favorevole.

 

Come contattarci

Segreteria Medicina Legale tel. 0445 389293

Dott.ssa Laura Costa         tel. 0445 389297

Parere igienico-sanitario per l'autorizzazione all'esercizio dell'attività di tatuaggio e piercing

La Regione Veneto attribuisce al Dipartimento di Prevenzione dell’U.L.SS. la competenza in merito al rilascio dell’idoneità igienico-sanitaria per l’attività di tatuaggio, piercing e altri trattamenti simili.

Per esercitare queste attività è necessario possedere:

  • un’idoneità soggettiva, cioè aver compiuto il 18° anno di età, possedere conoscenze tecnico-professionali e conoscere gli aspetti igienico-sanitari e di prevenzione, in relazione ai rischi di infezione e di danno all’apparato cutaneo che possono derivare dall’effettuazione delle tecniche di tatuaggio e piercing;

 

Come contattarci

- Segreteria del Servizio di Medicina Legale tel. 0445 389293

- dott.ssa Laura Costa                            tel. 0445 389297

 

Costo dell'accertamento

Il costo (in base al tariffario regionale) dell’accertamento dell’idoneità igienico-sanitaria dei locali e delle attrezzature è a carico dell’interessato:

 

  Costo in euro
Rilascio di parere temporaneo € 31,00
Sopralluogo € 52,00
Rilascio di parere (per locali fino a 50 m2) € 52,00
Rilascio di parere igienico-sanitario (per ogni 25 m2 in più) €  5,00
Rimborso trasferta € 13,00