Salta al contenuto
Questo sito potrebbe utilizzare anche cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca su "Maggiori dettagli". Chiudendo questo banner e proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori dettagli
 

Emodinamica

          Ospedale di Santorso

                

Cosa facciamo

    

In Emodinamica ci occupiamo delle Sindromi coronariche acute e croniche come l'infarto miocardico acuto e l'angina pectoris (diagnosi e cure), delle malattie cardiache valvolari (diagnosi) e delle malattie del muscolo cardiaco, come le miocardiopatie e miocarditi.

Il nostro lavoro consiste nell'eseguire in anestesia locale indagini emodinamiche (cateterismo cardiaco) e angioplastiche coronariche con applicazione dei più moderni e affidabili stents coronarici.   

 

 


Dove siamo

Ospedale di Santorso

scala A, piano 3, Polo Endoluminale

Come contattarci

0445 571893 oppure 0445 571880 ore 7.30 - 17.45  dal lunedì al venerdì

email: emod@aulss7.veneto.it

NOTE SULLA PRIVACY

È fatto esplicito divieto a pazienti e familiari di fotografare o riprendere in video persone/ambienti all’interno della struttura senza aver chiesto e ottenuto preventiva autorizzazione dalla Direzione Medica e liberatoria dai soggetti interessati.

A tutela della privacy dei pazienti e dei loro familiari non verrà fornita alcuna informazione personale per via telefonica.

Orario di visita ai degenti

       Unità coronarica: Tutti i giorni dalle 11.00 alle 12.00 - dalle 19.00 alle 20.00
Degenze secondo piano: Tutti i giorni dalle 15.00 alle 21.00
N.B. Per evitare spiacevoli rifiuti all’ingresso del reparto è opportuno rispettare scrupolosamente gli orari di visita.

 

 

 


Devo fare una visita

Portare con sé tutta la documentazione precedente.

Devo essere ricoverato

      Eseguire tricotomia a pantaloncino in zona inguinale bilateralmente. Portare con sé il necessario per l’igiene personale.

Cosa posso fare a casa

Al termine del ricovero è opportuno leggere la lettera di dimissione nella quale sono indicate la diagnosi, le indagini diagnostiche eseguite, e l'eventuale terapia o ulteriori indagini diagnostiche da eseguire in regime di post-ricovero oppure a distanza di tempo. Tornati a casa è buona norma recarsi dal medico di medicina generale e mostrargli la lettera di dimissione. Per eventuali delucidazioni o per problematiche insorte nei primi giorni dopo la dimissione è possibile contattare al telefono l'Unità Operativa direttamente o tramite il medico curante.  

Tenere controllata la sede di puntura (via accesso al cateterismo cardiaco radiale e/o femorale) monitorando l’evoluzione di eventuali ematomi.
Mantenere monitorata la pressione arteriosa e la frequenza cardiaca.
Contattare il personale infermieristico ai numeri sopraindicati per ogni eventuale dubbio.

 

staff

Responsabile
dr. Sergio Cozzi

Medici
dr. Luca Callegarin
dr. Gaetano Povolo
dr. Gianluca Toffanin 

Documenti